Impianto di filtrazione, ossidazione e deferrizzazione

PER L’ELIMINAZIONE DI FERRO E MANGANESE DISCIOLTI IN ACQUA

DESCRIZIONE TECNICA

L’impianto di filtrazione, ossidazione e deferrizzazione permette di rimuovere da un’acqua il ferro e il manganese pre­senti in forma non ossidata.

La fase di ossidazione iniziale, effettuata con aria o più frequentemente con ipoclorito di sodio, o altri agenti ossidanti (es. permanganato di potassio], permette, in presenza di ferro, l’ossidazione da Fe2+ a Fe3+ che precipita come i- drossido.

La rimozione del manganese avviene attraverso l’ossidazione con il cloro libero e attraverso l’azione catalitica operata dai granuli dei minerali presenti nel letto filtrante.

A valle del filtro deferrizzatore viene spesso impiegato il filtro a carboni attivi per la rimozione del cloro residuo in ec­cesso.

La scelta del letto filtrante, composto da una miscela di minerali ad azione catalitica e di inerte di idonea granulometri­a, è stata studiata in modo da garantire il tempo di contatto necessario per un’efficace rimozione del ferro e del man­ganese.

L’operazione periodica di lavaggio del filtro (contro lavaggio con acqua e lavaggio finale] consente l’espulsione all’esterno delle impurità trattenute e il ripristino del letto filtrante. Hook Service produce filtri standardizzati da 1 a 50 m3/h, con materiali specifici a seconda delle esigenze di uso e applicazione.

Le batterie di filtrazione (più filtri in parallelo] possono trattare portate complessive superiori a 5000 m3/h.

Continuando ad usufruire l contenuti del sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies. più informazioni...

Le impostazioni dei cookie per questo sito sono impostate su "consenti cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo.

Chiudi